Don Bosco Life

Tre buoni motivi per scegliere una Scuola di Formazione Professionale

Diario

Don Bosco LifeScuola/lavoro

cHACK MOBILITY: il progetto e la nostra esperienza

20 Dicembre 2021

Davide, tutor al CFP, ci racconta la sua esperienza con un nuovo progetto al Don Bosco!

Per l’anno formativo 2021/22 Confartigianato Conegliano ha organizzato un progetto denominato cHACK MOBILITY rivolto alle Scuole Secondarie di Secondo Grado della provincia di Treviso.

Il progetto si è posto come obiettivo quello di trovare delle nuove forme di mobilità sul territorio delle colline del Prosecco, appena nominate patrimonio Unesco, con il fine di individuare modalità di spostamento che non impattino con il territorio, che preservino la qualità dell’aria e la sicurezza stradale, che promuovano servizi e prodotti innovativi e sostenibili.

Alcuni tra i nostri ragazzi di terza hanno colto al volo l’occasione di sperimentarsi in una attività nuova e soprattutto concreta: si sono quindi messi in gioco e iscritti al concorso con l’ipotesi che questa esperienza possa prepararli anche all’esame che a fine anno dovranno affrontare per ottenere la qualifica.

L’elaborato che hanno deciso di portare avanti ha riguardato la progettazione di un’applicazione volta al turismo sostenibile nel territorio delle colline del Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene.
L’applicazione che hanno progettato, partendo da questi presupposti, prevede la possibilità, per i fruitori della stessa, di avere accesso a itinerari nel territorio, reperire indicazioni sui luoghi di interesse e informazioni sulle varie modalità di spostamento sostenibile disponibili. 

Nel processo di ideazione, i ragazzi hanno iniziato chiedendosi cosa manca nel nostro territorio e quali servizi potrebbero arricchirlo; per fare questo hanno svolto un’indagine di mercato, una comparazione tra punti di forza e di debolezza e una ricerca sui trend del momento. Si sono poi domandati in che modo questi servizi, in linea con le richieste del concorso, potessero essere fruibili in una visione di mobilità sostenibile. 

I ragazzi si sono presentati il 27 Novembre, giorno della competizione, carichi e motivati, consapevoli del buon lavoro realizzato nei mesi precedenti. L’evento si è svolto nella suggestiva cornice dell’ “Ex Convento san Francesco”, luogo una volta religioso, ora civile, divenuto da qualche anno un prestigioso centro congressi, anche internazionali, e utilizzato da Aziende e Università di tutto il mondo.
In questo solenne quadro, arroccato nella collina del castello di Conegliano, i nostri ragazzi hanno presentato il loro progetto, sfidando le proprie paure di presentare un proprio lavoro di fronte al pubblico e ad una schiera di esperti del settore.

Al momento del sorteggio si è creato un silenzio quasi magico che è stato rotto dal primo foglietto pescato che indicava la prima squadra che doveva presentare: “Inizia il don Bosco“.

Dopo un’occhiata tra i ragazzi in cui si poteva leggere il terrore, si sono resi conto che non era il momento di demoralizzarsi, e hanno dato il via alle ultime prove.
Subito dopo i saluti iniziali di Fabio Chies, sindaco di Conegliano i nostri ragazzi sono saliti sul palco con un sorriso che sembrava sicuro, ma che mal nascondeva un’emozione smisurata, hanno preso in mano il microfono e hanno iniziato a presentare il loro progetto. Dopo un piccolo momento di incertezza, hanno esposto la loro idea imprenditoriale, sotto gli occhi attendi della giuria composta da impresari del territorio ed esperti di tecnologie e tecniche imprenditoriali.

Portata a compimento la presentazione sono scesi dal palco e, usciti dalla stanza, si sono lasciati andare a sguardi e sorrisi d’intesa, che sicuramente in un periodo diverso si sarebbero tramutati in grandi abbracci di gruppo.
Aspettando che anche le altre scuole esponessero i loro elaborati, i nostri ragazzi si sono accomodati sulle poltroncine della sala d’attesa e lì hanno fatto accomodare anche tutte le ansie che in quelle ore si erano insinuate in loro.
Conclusa l’esposizione dei progetti degli altri team, è stata la volta degli interventi dei partner che hanno aiutato nella realizzazione dell’evento. 

La mattinata è proseguita con le premiazioni: tutte le squadre partecipanti si sono ritrovate nella sala principale e i presentatori hanno iniziato a fare delle menzioni speciali… il “Don Bosco” non è stato chiamato! … i ragazzi si sono allora guardati tra di loro perché non capivano se fosse un bene o un male, fino a quando non è stata pronunciata la fatidica fase: <<Al terzo posto…la scuola professionale “Don Bosco” di Conegliano>>

 

All’udire queste parole gli occhi dei nostri studenti si sono illuminati e sono comparsi nei loro visi dei sorrisi che hanno ripagato tutte le settimane di lavoro e sacrifici.
I nostri ragazzi sono riusciti quindi, con l’ideazione della loro app, a portare a casa il terzo premio di questo concorso, che prevedeva un buono da Mille Euro da spendere per acquisto di materiali per la scuola.
I vincitori hanno deciso di reinvestire il premio in acquisti di materiali laboratoriali per entrambi i percorsi di studio, il chè sottoscrive il forte senso di appartenenza che si instaura nel nostro Istituto per ognuno dei ragazzi che ci viene affidato.

La soddisfazione maggiore per Alessia, Vitali, Alex, Awa, Thomas e Sara è stata di sicuro la condivisione della loro esperienza con i compagni e gli insegnanti, riuniti,  il lunedì successivo all’evento, per un breve momento di “buongiorno” e per i dovuti festeggiamenti! 

La formazione professionale si caratterizza per la prevalenza della didattica laboratoriale: per questo il lavoro di team e le attività pratiche sono di sicuro soft skills che i ragazzi hanno acquisito negli anni di frequenza, ma il confronto con la realtà professionale reale è sempre un banco di prova interessante! 

Al Don Bosco i ragazzi possono contare su formatori preparati ed appassionati e sul supporto di tutor preparati ed attenti che, come in questo caso, hanno seguito i ragazzi, motivandoli e dedicando loro tempo ed esperienza affinché questa esperienza fosse per loro motivo di soddisfazione e di crescita personale e professionale. A dimostrazione del fatto che i risultati migliori arrivano, quando il gruppo è preparato, positivo e seguito nel modo corretto!

Per ulteriori informazioni e curiosità si può consultare il sito ufficiale del contest: https://chackmobility.it/ 

Ciao hai bisogno di aiuto?

Newsletter

Ricevi le comunicazioni scolastiche

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere aggiornamenti e comunicazioni dall’Istituto sulle attività.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano la Privacy Policy e i Termini del Servizio di Google.